Piano Zucchi e la bellezza della natura

Piano Zucchi è una delle perle più preziose del Parco delle Madonie.  Qui, nel lontano 1924, venne edificato dal CAS il Rifugio Orestano,che segnò il punto di partenza per la scoperta di questa zona montana considerata una delle più belle dell’intera Sicilia. Ad apprezzare furono particolarmente coloro che risiedevano in città. Di anno in anno, dopo la seconda guerra mondiale, l’interesse e l’afflusso portò all’edificazione di numerosi villini familiari: il sito era l’ideale per riposare e trascorrere le vacanze. In questa crescita graduale e costante come luogo di relax e villeggiatura c’era una carenza: la mancanza di assistenza religiosa. Con il grande impegno dell’allora giovane sacerdote isnellese don Giuseppe Scelsi e la generosità di molti, nel 1971 il sogno cominciò a prendere forma. Il 29 agosto 1976 sull’altopiano di Piano Zucchi, in bellissima posizione,veniva aperta al culto la nuova chiesa dedicata a San Paolo Apostolo. Da anni è ormai una parrocchia. Una delizia, un piccolo paradiso montano tra cielo e bosco e alberi in fiore, ma anche un esempio di architettura moderna che ben si inserisce nel contesto paesaggistico. Alla naturalità della pietra e del legno è demandato il senso della spiritualità del luogo, meta di numerosi incontri, di celebrazioni sacre e di preghiera. Sulla sfondo si erge al cielo Pizzo Carbonara (1979 metri), nella sua solenne magnificenza. La chiesa, abbracciata dai monti e cinta da esemplari di lecci secolari, offre pregevoli realizzazioni d’arte. Già all’esterno ci sono il monumento a Papa Giovanni Paolo II e una scultura in bronzo di Padre Pio, che reca la firma dell’artista Pietro Giambelluca. Dello stesso autore sono la porta in rame sbalzato, il tabernacolo in bronzo e la statua della Madonna con Bambino. Sotto la capriata lignea del tetto sono custodite alcune opere del pittore Giuseppe Forte. Il maestro Antonio Sottile, fondatore e direttore del coro delle voci bianche del conservatorio di musica Vincenzo Bellini di Palermo ha dedicato alla chiesa il brano “Madre dei Monti”.  A Piano Zucchi sorgono diverse strutture alberghiere dignitose e moderne, per prolungati soggiorni e pranzi con prodotti genuini e gustosi. A pochi chilometri c’è Piano Battaglia (1600 m. slm), dove esistono moderne attrezzature per gli sport invernali sulla neve, oltre a posti di ristoro. Anche il mare di Cefalù non è molto distante: cosa desiderare di più?